Quando cambiare una racchetta da padel?

Negli ultimi anni il padel ha registrato una forte crescita sia nel numero della costruzione dei campi che nella quantità delle prenotazioni.

Molti giocatori come te, hanno capito che questo sport sta affrontando una crescita esponenziale in Italia e si sono affrettati nel partecipare a varie gare anche amatoriali.

Tuttavia, come in ogni sport di derivazione tennistica, la racchetta utilizzata per giocare si deve sostituire periodicamente. I motivi possono essere molteplici, ma sostituirla porta sicuramente dei vantaggi nel tuo modo di giocare e di conseguenza nelle tue vittorie.

Ma quando sostituirla? Ne compro una uguale o posso anche ripararla?

Scommetto che anche tu ti sei posto queste domande se pratichi il padel. Perciò, in questa guida ho deciso di spiegarti tutto quello che ti serve per capire come, quando e perché dovresti cambiare la racchetta da padel.

In questo modo, potrai avere una visione più ampia dell’argomento e capirai cosa fare nel momento più opportuno.

Bando alle ciance, cominciamo subito:

Perché cambiare racchetta?

Come avrai potuto leggere nelle righe precedenti, in ogni sport tennistico la racchetta si cambia periodicamente.

Ma perché dovresti fare questa sostituzione? Ci sono diverse ragioni per cui dovresti cambiare la racchetta. Prima di tutto, non ha vita illimitata. Per quanto possa essere di ottima qualità, è più che probabile che si rompa.

Altri motivi possono essere ricondotti, per esempio, alla qualità del materiale di fattura della racchetta.

Come ben sai, nel mercato puoi trovare diversi tipi di racchetta con prezzi anche totalmente differenti.

Spesso questo distacco viene dato proprio dalla qualità del materiale che ne determina anche la resistenza della racchetta stessa.

Puoi pensare anche alla frequenza di utilizzo, quante volte la stai usando a settimana? Il continuo ricevere colpi e impatti porta la racchetta a cedere. La situazione si può aggravare se per eccesso di rabbia sbatti la racchetta per terra.

In questo caso potrebbe addirittura rompersi.

Hai pensato anche agli agenti atmosferici? La pala dovrebbe essere sempre asciutta e mantenuta a temperatura ambiente.

Invece spesso si lascia magari in macchina sotto al sole cocente.

Tutti questi piccoli grandi fattori sono le motivazioni per cui dovresti cambiare racchetta. Infine, a mio parere, una racchetta rotta porta a conseguenze negative nell’esperienza di gioco.

Per esempio, prova a pensare di sbagliare almeno la metà delle battute solo perché il piatto è un pochino rotto. Ne parleremo più avanti, ora però…

Rottura della racchetta o usura

Soffermati un attimo sui termini rottura e usura.

Qual è la differenza in una racchetta da padel e cosa fare nei due casi?

Non devi stupirti o pensare in grande. Il significato dei due termini è lo stesso che puoi usare anche per altri strumenti o oggetti.

La rottura può essere improvvisa. Una racchetta può cadere a terra o sbattere in modo violento contro una superficie più dura e rompersi.

Questo accade soprattutto quando la racchetta è già praticamente da sostituire. È difficile che appena comprata si danneggi, il materiale non è mai di scarsissima qualità come magari si può pensare. Invece l’usura è il consumo della superficie del materiale.

Questo comportamento avviene col tempo e col continuo utilizzo della racchetta. Può essere causata dopo tanti colpi e tante battute.

Per darti un numero di riferimento, i professionisti cambiano le loro racchette circa 10 volte ogni anno! Sorprendente vero?

A mio parere sono anche troppe, ma dipende dalla frequenza con cui le usi. Quindi, cosa fare se si rompe e se si usura? Nel primo caso devi sostituirla, nel secondo puoi anche aggiustarla. Puoi scoprire i dettagli nelle prossime righe:

Una racchetta rotta si può aggiustare? Sì.

La risposta è molto chiara. Ma a darci un’ulteriore riscontro è Massimiliano Raybaudi, che in un’intervista al Corriere dello Sport ha confermato la possibilità di riparare e aggiustare qualunque racchetta da padel.

Oltre a darci questa buona notizia, il massimo esperto nel campo delle riparazioni di pale ci spiega anche il perché. Infatti, i materiali di fattura della racchetta sono maggiormente fibre di vetro e carbonio, e resina epossidica.

Questi materiali possono essere riparati in modo semplice. Però è anche vero che, in alcuni casi, evitare di perdere tempo a riparare la racchetta e comprarne direttamente una nuova è la soluzione migliore. Inoltre, Massimiliano ci rivela i 3 segreti per riparare al meglio una racchetta: innanzitutto, il peso deve rimanere lo stesso di quello di prima. La non curanza di questa caratteristica inciderà sulla tua performance di gioco.

Successivamente, devi aggiustare la racchetta in modo permanente. La riparazione non deve essere frettolosa e approssimativa, ma deve conferire alla racchetta la giusta durezza. Ultima ma non meno importante, l’estetica.

La racchetta non può cambiare forma solamente perché gli aggiungi un pezzo di riparazione.

L’estetica a mio parere influisce anche sulla forma dell’oggetto e di conseguenza sulla qualità del tiro e delle battute.

Miglioramento del livello di gioco

Te ne ho parlato anche prima, una racchetta danneggiata può incidere sulle tue performance di gioco. Una volta sostituita, ritornerai alle condizioni precedenti. E a proposito di questo, come puoi migliorare il tuo livello?

Ogni atleta o giocatore ha come obiettivo il continuo perfezionamento. In questa guida, non voglio che le cose siano scontate, per questo la pratica è il miglior consiglio che riesco a darti.

Proprio come in ogni sport, fare tanta pratica e sfidare avversari con modalità di gioco differenti è un ottimo metodo per migliorare il proprio livello di gioco.

Devi riuscire a prendere lo sport del padel come una cosa seria e allo stesso tempo come un divertimento.

Solo in questo modo riuscirai a ottenere di più da te stesso e ad essere più bravo o più brava.

Come scegliere la giusta racchetta?

Ti trovi ora nel momento clou della guida. Una domanda che molti giocatori come te si fanno spesso è: “come scegliere la giusta racchetta da padel per me”?

Domanda più che lecita ma che necessita di una risposta ben dettagliata.

Per questo, mi farebbe piacere elencarti e spiegarti alcuni criteri fondamentali da tenere in considerazione per la scelta migliore, adatta a te e alle tue esigenze.

Partiamo subito:

  • Tipo di racchetta: non poteva mancare questo criterio. Come puoi immaginare, esistono diverse tipologie di racchetta con diverse forme. Per ora, in commercio esistono la racchetta rotonda, la racchetta a goccia e la racchetta diamante. Per farla il più breve possibile, quella col piatto rotondo è indicata soprattutto per i neofiti di questo sport. Con una pala di questo tipo puoi controllare in modo migliore i colpi grazie al basso bilanciamento. Quella invece con il piatto a goccia, detto anche a lacrima, viene usata da chi ha un po’ più di esperienza e desidera una racchetta equilibrata. Per i più esperti, consiglio la rimanente: la racchetta diamante. Si tratta di una pala in grado di alzare il bilanciamento in modo da conferire più potenza al colpo.
  • Materiale del piatto: fattore molto importante. Può determinare l’esecuzione delle battute. Infatti, a seconda del materiale, può variare potenza ed effetto del tiro. Solitamente il piatto viene costruito in fibra di carbonio o in fibra di vetro, quest’ultima la meno rigida.
  • Prezzo: online o nei negozi specializzati potete trovare un ampio range di prezzo. Si va dalle pale più economiche tra i 40 e i 50 euro, alle pale più professionali e di qualità tra i 200 e i 300 euro. Secondo me, se sei ai primi livelli, meglio non spendere tanto e prediligere le fasce più basse. Anche se, devi tenere in considerazione che più il prezzo si abbassa e minore sarà la qualità della racchetta.
  • Dove acquistare?: sarebbe più opportuno acquistare una pala da padel in un negozio fisico o online specializzato in attrezzatura sportiva. Sul web potete trovare anche siti esperti solo in padel. L’importante è che abbia una determinata qualifica o nomea. Altrimenti, per tagliare la testa al toro, puoi affidarti a Decathlon e sarai garantito da una medio-alta qualità della pala.
  • Peso della racchetta: altro criterio fondamentale da tenere a mente per la tua giusta scelta. Maneggiare una pala con un peso eccessiva determina molto la prestazione del giocatore e la qualità del tiro. Ma anche averla troppo leggera può portare brutte conseguenze. Infatti, una racchetta molto leggera risente delle forti vibrazioni e viene percepita in modo diverso dal braccio. L’unico modo per vedere quale peso rispecchia la tua comodità è testarla inizialmente. Ma attenzione: una racchetta con un basso bilanciamento sarà più semplice da usare anche se il peso è più alto. Quindi fai conto anche di questa piccola regoletta.
  • Overgrip: nel caso in cui non lo sapessi, l’overgrip è il nastro che si attacca al manico della pala. L’impugnatura deve essere confortevole e resistente. La scelta di un overgrip appropriato ti permette di avere una impugnatura idonea a tiri eccellenti. Un consiglio: considera quanto sudore produce la tua mano, quindi scegli il materiale più adatto.