Tecniche e strategie di gioco nel Padel: come vincere tutte le partite

Tecnica e strategia hanno pari importanza nel Padel: non basta conoscere come eseguire alla perfezione i colpi base di attacco e difesa durante la partita ma bisogna anche impostare una strategia di gioco intelligente.  

La qualità di esecuzione dei colpi è senza dubbio un fattore importante per diventare un buon giocatore di padel ma la strategia è fondamentale: può accadere infatti che un giocatore tecnicamente meno preparato riesca a vincere un match grazie alla tattica di gioco impostata. 

Bisogna sapere su quali colpi puntare in base alla posizione da cui si colpisce (sia in fase difensiva sia offensiva), creare uno schema di gioco in base all’avversario che ci si pone di fronte e vantare una solida comunicazione con il proprio compagno. 

Il padel, a differenza del tennis, richiede più tattica in quanto è molto più difficile creare spazi vuoti nel campo o mettere in squilibrio gli avversari. 

Di seguito vi sveleremo alcune tecniche e strategie di gioco, molto utili per vincere un match di Padel. 

Partire con un servizio perfetto

Il servizio è la messa in scena della strategia che desideriamo attuare nel gioco: un buon servizio ci consentirà di salire a rete e poter dominare il punto.

Eccovi alcune dritte per eseguire un servizio perfetto:

  • Posizione: è preferibile tenere i piedi ben allineati con la racchetta, quest’ultima deve essere un po’ aperta e la mano che tiene la pallina estesa all’altezza della spalla. 
  • Non avere fretta: è opportuno prendersi tutto il tempo necessario per studiare la direzione e il tipo di impatto sulla palla. 
  • Variare la direzione del servizio: in questo modo l’avversario non saprà in anticipo dove andremo a servire. 
  • Andare a rete: accompagnare la battuta con il corpo spingendoci in avanti, ci consente di conquistare la rete prima che l’avversario possa rispondere. 

Conoscere il proprio avversario

Conoscere il proprio avversario aiuta ad impostare una tattica di gioco ad hoc: riuscire a sapere in anticipo come pensa e analizzarne i movimenti ci offre la possibilità di stare in campo in maniera ottimale, facilitando il nostro gioco.

Il segreto è “osservare”: dall’analisi corretta dell’avversario possiamo trarre una posizione di vantaggio in ogni momento della partita, consentendoci di muoverci meno e meglio con un notevole risparmio di energia e minor stress.

Esistono infatti situazioni standard che si possono leggere con anticipo e sulle quali possiamo adeguare i nostri movimenti: ad esempio se il nostro avversario a fondo campo mostra un’impugnatura tale per cui la faccia della racchetta è parallela al campo, starà per giocare un pallonetto; se l’avversario in uscita di parete si prepara al colpo partendo dall’alto è probabile che ci aspetti un contrattacco con una palla potente e veloce.

Ma questi sono solo alcuni esempi. 

Riduci il rischio di sbagliare: gioca al centro

Si dice che in una partita di padel vince la coppia che sbaglia di meno e non possiamo fare altro che confermare. 

Per ridurre il numero di errori gratuiti, una delle soluzioni migliori è giocare quanto più possibile al centro: qui i margini di rischio sono inferiori e si riesce sempre a trovare uno spazio sufficiente per mettere in difficoltà gli avversari. 

Giocando al centro si ha più margine su colpi che possono essere non proprio perfetti mentre giocando angolato o di lungolinea serve molta più precisione.

Tra gli altri vantaggi abbiamo:

  • Difficoltà per gli avversari: i colpi al centro creano talvolta confusione nella coppia avversaria, inducendoli a spostarsi continuamente tra parete e centro campo; 
  • Spazi più liberi verso le pareti laterali;
  • Il rischio che la palla vada out contro le pareti oppure contro la recinzione è ridotto;

Creare un’intesa con il proprio compagno

Essendo uno sport di coppia è importante creare una certa sintonia con il proprio compagno: è fondamentale ragionare da coppia e dunque lavorare su intesa e movimenti sincronizzati, oltre che sul rapporto di fiducia col proprio compagno. 

Nel padel affiatamento, comunicazione e motivazione sono la combinazione perfetta per vincere una partita. 

La comunicazione è essenziale sia prima del match (per scambiarsi idee e prepararsi alle situazioni che potrebbero verificarsi durante la partita), sia durante la partita al fine di modellare i propri schemi in relazione ai punti deboli degli avversari.

La comunicazione fra un punto tra l’altro è utile anche per incoraggiarsi e correggere eventuali errori.

Avere molta pazienza

La presenza delle pareti fa in modo che la pallina sia tenuta in gioco per molto tempo. 

Non bisogna essere ansiosi di chiudere il punto: bisogna avere tanta pazienza, mettere in difficoltà gli avversari e creare la situazione favorevole alla chiusura del match.

Il fatto di avere pazienza non esonera certamente dalla concentrazione e attenzione, soprattutto quando si giocano gli ultimi punti di un match.

La fine della partita non è il momento ideale per inventare colpi fuori dal nostro repertorio: bisogna continuare con la propria strategia e concentrarsi su quali sono stati i colpi migliori e quello che ci hanno portato più punti.

A questo punto non ci resta che ripeterli fino a che non ci conducono alla vittoria. 

Quando andare a rete a Padel 

Dal momento che la maggior parte dei colpi vincenti a padel si effettuano dalla rete (posizione di attacco perfetta), per poter vincere una partita di questo gioco è importante conquistare la rete.

Questo non vuol dire che bisogna avanzare alla prima occasione: basta impostare una tattica da fondo campo in funzione di una verticalizzazione verso la rete, dove aumentano le possibilità di aggiudicarsi punti e partite

Ricordate quindi che quando ci si trova a fondo campo l’obiettivo non è cercare di vincere il punto bensì conquistare la rete per vincere il punto da lì.

A rete senza dubbio si verificano più occasioni per giocare in maniera aggressiva, obbligando gli avversari a difendere da molto lontano e puntando a chiudere lo scambio con uno smash.

Ma quando bisogna cambiare la nostra posizione da difensiva a offensiva? 

Bisogna andare a rete solo quando abbiamo compreso che il colpo che abbiamo realizzato è stato di successo. 

A volte spinti della fretta di conquistare la rete si rischia soltanto di regalare una buona palla al rivale. 

L’obiettivo è portare l’avversario verso il fondo del campo con una palla più lenta o un pallonetto: in questo modo si avrà l’occasione per guadagnare la zona d’attacco perfetta e sfruttare a nostro vantaggio la risposta dell’avversario.

Come si difende uno smash a Padel?

Quando si gioca a padel una situazione molto scomoda si verifica quando i nostri avversari si preparano a fare uno smash. 

Come ci si difende da questo colpo? Come dovremmo posizionarci?

Prima di tutto, bisogna capire se l’avversario realizzerà un vero e proprio smash oppure una finta (uno smash senza velocità): per comprenderlo vi basterà osservare il giocatore.

Se quest’ultimo rimane rilassato farà una finzione se invece si irrigidisce e contrare i muscoli vuol dire che si sta preparando per colpire con tutta la sua forza. 

Analizzando la situazione di uno smash vero e proprio, la palla rimbalzerà molto forte e poi toccherà il vetro per tornare indietro verso la zona della rete.

In questo caso uno dei due giocatori dovrebbe muoversi rapidamente verso la rete per cercare di contrattare la pallina quando questa rimbalza sulla parete di fondo e torna indietro mentre l’altro resta dietro per coprire la parte alle tue spalle del campo.

Come fare punto a Padel 

Per capire bene come fare punto a padel, possiamo dividere il gioco in tre fasi:

  • Servizio: la partita inizia con un servizio e generalmente con una prima volée, una bandeja o uno smash. Questa è una fase importante per poter prendere il controllo del palleggio fin dal primo tocco. 
  • Palleggio tra le coppie: in questa fase di scambio gli obiettivi sono non perdere campo, rimanere padroni della rete e insistere sui punti deboli degli avversari;
  • Fase finale: qui bisogna spingere per chiudere lo scambio. Bisogna approfittare di situazioni come pallonetti corti, avversari mal piazzati o troppo vicini alla parete di fondo, per giocare un colpo vincente.

Come non perdere a Padel 

Esistono due grandi errori da non commettere per evitare di perdere a Padel: sottovalutare l’avversario e partire già sconfitti. 

Anche se credi che il tuo avversario sia più debole o tecnicamente inferiore, non bisogna mai abbassare la guardia: è importante restare sempre concentrati senza perdere ritmo e intensità fino all’ultimo set.

Nel secondo caso invece, pur essendo consapevoli di trovarsi di fronte a rivali più forti, non bisogna entrare in campo con scarsa convinzione o con arrendevolezza.

Bisogna iniziare a giocare sin da subito alla massima intensità, pensando positivo, per crearsi una chance di sorprenderli: ricordate che ogni minuto speso in campo con avversari più forti aiuta a migliorare la propria tecnica.